Newsletter N. 8 del 22 Novembre 2014

Gentili colleghe e gentili colleghi,

Come sapete il 25 novembre è la giornata mondiale per l'eliminazione della violenza contro le donne.

In tutto il mondo sono organizzate attività volte a sensibilizzare l'opinione pubblica.

La dichiarazione sull'eliminazione della violenza contro le donne è stata adottata con la risoluzione 54/134 senza voto da parte dell'Assemblea Generale delle Nazioni unite nel 1993 e conteneva il riconoscimento della " necessità urgente per l'applicazione universale alle donne dei diritti e dei principi in materia di uguaglianza, sicurezza libertà , l'integrità e la dignità di tutti gli esseri umani" La data del 25 novembre ha un motivo molto preciso perché fa riferimento al 25 novembre 1960 giornata nella quale furono barbaramente torturate ed uccise le sorelle MRABAl tre coraggiose donne che secondo le autorità del loro paese avevano combattuto a modo loro , diremmo noi da donne coraggiose e responsabili, per difendere i loro diritti contro il dittatore del momento.

Ricordare questo grande esempio di coraggio, coscienza ed etica femminile ci fa vivere questa giornata reagendo al dolore , allo scoraggiamento e alla preoccupazione che ci assale come cittadini del mondo rivivendo e ricordando tutti i delitti commessi ai danni delle donne .

In questa giornata il mondo e l'Italia tutta è piena di iniziative , manifestazioni, convegni. Straordinari momenti di incontro in uno sforzo comune di uscire dalla celebrazione e muovere le coscienze verso consapevoli trasformazioni culturali che non alimentino più né sterili conflitti di genere né tantomeno alcuna forma di violenza di genere.

Anche quest'anno l'Ordine degli Psicologi partecipa a questo grande movimento collettivo che ci riguarda tutti personalmente e professionalmente: Contrariamente agli altri anni la proposta per questa giornata potremmo dire è di tipo introvertivo: vogliamo cioè creare uno spazio di incontro e confronto all'interno della professione tra i colleghi che si occupano di queste , aprirci ad una riflessione comune per condividere il progetto di un Convegno di portata significativa che dichiari una Nostra posizione teorica e clinica forte e riconoscibile .

Possiamo con coraggio e senza rassegnazione guardare alla violenza contro le donne come l'espressione efferata di una violenza di genere che ha ancora subdole radici culturali legate ai pregiudizi e preclusioni sociali che fanno delle donne nemiche da neutralizzare in tutti i modi possibili fino alla morte.

Per combattere questo fenomeno e per svelare i convincimenti più reconditi e insidiosi dobbiamo lavorare su una comprensione più aperta ed articolata del fenomeno che comprenda le trame affettive e psicologiche dei legami che penalizzano le donne e trovi respiro nella lettura socioculturale che oppone ancora i generi, non ne valorizza le differenze e vuole allontanare chi è fuori dal coro.

Per questo ti invitiamo a discutere insieme di violenza di genere in tutte le sue forme e a progettare un evento che prenda le mosse da una riflessione condivisa in un atto di co-responsabilità psicologica e sociale.

Ti aspettiamo il 25 novembre alle 18,30 presso la sede del nostro Ordine in Piazzetta Matilde Serao,7

Una poesia di Alda Merini sul tema può predisporci a pensieri sull'argomento.

A tutte le donne
Fragile, opulenta donna, matrice del paradiso
sei un granello di colpa
anche agli occhi di Dio
malgrado le tue sante guerre
per l'emancipazione.
Spaccarono la tua bellezza
e rimane uno scheletro d'amore
che però grida ancora vendetta
e soltanto tu riesci
ancora a piangere,
poi ti volgi e vedi ancora i tuoi figli,
poi ti volti e non sai ancora dire
e taci meravigliata
e allora diventi grande come la terra
e innalzi il tuo canto d'amore.

Cordialita'
Antonella Bozzaotra


Ordine degli Psicologi della Campania - Piazzetta Matilde Serao 7 - 80132 Napoli Tel./Fax. : 081.411617