Newsletter N. 10 del 30 Dicembre 2014

Care colleghe e cari colleghi,
voglio farvi gli auguri per il nuovo anno informandovi circa le novità che stanno diventando, in questi ultimi giorni, realtà e che vedranno molte psicologhe e molti psicologi impegnati nella loro realizzazione.
In una della prime news che vi scrissi all'inizio del mio mandato, vi informai dell' impegno tecnico e politico del nuovo esecutivo per l'attuazione dei Centri Antiviolenza nella nostra Regione. Con il lavoro di Marianna Piccirillo distaccata presso l'Assessorato alle Politiche Sociali della Regione Campania, siamo riusciti a monitorare il processo della progettazione, sostenendo gli Ambiti Territoriali nella stesura del progetto per l'istituzione dei Centri Antiviolenza e vigilando affinché in essi siano previsti gli psicologi cosi come atteso dalle leggi nazionali e regionali e dalle linee guida per il contrasto alla violenza di genere. Nell'incontro avvenuto con l'Assessora alle Politiche sociali il 22 dicembre u.s. abbiamo riflettuto con lei sulla necessità di avviare programmi di promozione volti alla prevenzione del fenomeno della violenza contro le donne e allo sviluppo del benessere psicologico entro le relazioni di genere. E' di oggi la notizia che sono state firmate due importanti delibere. La prima di 1.500.000 euro permetterà l'avvio delle attività dei Centri Antiviolenza di nuova istituzione e la seconda, di 1.800.000 permetterà la prosecuzione delle attività dei Centri già esistenti.
Un altro grande tema della nostra politica professionale riguarda lo sviluppo del benessere psicologico entro le nostre città e comunità.
Che vuol dire essere una Città amica del Benessere Psicologico?
Una domanda, che ispira costantemente il nostro lavoro di politica professionale.
Dal combinarsi di domande come questa con le nostre premesse epistemologiche e i nostri sistemi valoriali emergono idee, che si traducono in progetti che proviamo a realizzare. Un'idea che riguarda la partecipazione e la promozione di politiche partecipative.
Anche a nome dell'esecutivo e della referente del progetto ECP Fausta Nasti, vi proponiamo di allestire un contesto di aggiornamento e formazione più vicino alle esigenze delle iscritte e degli iscritti. L'idea è quella di offrire un servizio di supporto alle colleghe mamme e ai colleghi papà durante i nostri eventi, ecm e non, per i bimbi e le bimbe.
Per organizzare questo tipo di servizio abbiamo bisogno di avere, da chi pensa di volerne usufruire, indicazioni sulle proprie necessità. L'idea è che mentre le mamme e i papà partecipano alla vita professionale, i loro bimbi possano essere coinvolti in percorsi di conoscenza costruiti apposta per loro. Vorremmo proporre un percorso laboratoriale alle bambine e ai bambini figli dei nostri colleghi. Pensiamo, soprattutto a bimbi in età prescolare.
Scrivete all'indirizzo della segreteria per dirci se volete partecipare agli eventi in programma e se volete usufruire del servizio per i vostri bambini indicandone l'età.
Mi auguro di salutare molti bambini ai prossimi eventi e di poter contribuire alla difficile gestione del tema "conciliazione lavoro-casa-formazione", caro a quelli di noi che pensano allo sviluppo come possibilità di partecipare alla vita della comunità di cui si fa parte.
Il primo evento ecm del 2015 si terrà lunedi 19 gennaio e tratterà del sogno,
nell'ambito della psicoterapia sistemica.

Infine, voglio salutarvi e augurare uno splendido nuovo anno a voi e alle vostre famiglie con una poesia di un poeta a me molto caro, Pablo Neruda. Lo faccio con una poesia perché, si sa, le parole dei poeti creano mondi abitati dalla gioia, ed è un anno pieno di gioia quello che auguro a noi tutt*

"Il primo giorno dell'anno" di Pablo Neruda

Il primo giorno dell'anno
Lo distinguiamo dagli altri
come se fosse un cavallino
diverso da tutti i cavalli.
Gli adorniamo la fronte con un nastro,
gli posiamo sul collo sonagli colorati,
e a mezzanotte lo andiamo a ricevere?come se fosse un esploratore
che scende da una stella.
Come il pane, assomiglia al pane di ieri.
Come un anello a tutti gli anelli.
La terra accoglierà questo giorno
dorato, grigio, celeste,
lo dispiegherà in colline,
lo bagnerà con frecce di trasparente pioggia
e poi, lo avvolgerà nell'ombra.
Eppure,
piccola porta della speranza,
nuovo giorno dell'anno,
sebbene tu sia uguale agli altri
come i pani a ogni altro pane,
ci prepariamo a viverti in altro modo,
ci prepariamo a mangiare,
a fiorire,
a sperare.

Buon anno a tutt* noi
Antonella Bozzaotra


Ordine degli Psicologi della Campania - Piazzetta Matilde Serao 7 - 80132 Napoli Tel./Fax. : 081.411617