home    area riservata     cerca    


« Torna indietro
 

CAMPAGNA VACCINALE COVID-19: AGGIORNAMENTI

📌 CAMPAGNA VACCINALE COVID-19: AGGIORNAMENTI
[PER ISCRITTI OPC RESIDENTI SIA IN CAMPANIA SIA IN ALTRE REGIONI e PER ISCRITTI AD ALTRI ORDINI MA RESIDENTI IN CAMPANIA]
 
🕕 Oggi 9 marzo abbiamo inviato le ultime richieste di adesione alla vaccinazione anti-sars-cov-2/covid-19 per le psicologhe e gli psicologi iscritti #OPC e/o residenti in Campania.
 
Dopo costante confronto con le ASL dislocate sul territorio campano abbiamo proceduto a chiudere i nostri form di adesione.
La quasi totalità degli Ordini professionali infatti, e non solo quelli degli psicologi, hanno concesso ai loro iscritti pochi giorni per aderire, noi invece abbiamo lasciato attiva questa possibilità per oltre un mese.
 
Viste le numerose richieste attualmente pervenute (circa 4mila) e viste le richieste delle ASL che riferiscono difficoltà nel gestire continui invii settimanali di nominativi, chiudiamo temporaneamente gli invii affinché le ASL possano gestire i nominativi pervenuti.
 
Ci riserviamo la possibilità di riattivare nuovamente i form di adesione non appena i nominativi ad oggi inviati risulteranno vaccinati.
 
➡ Nello specifico ad oggi abbiamo inviato le seguenti richieste:
ASL NAPOLI 1 Centro: tot. 924
ASL NAPOLI 2 Nord: tot. 648
ASL NAPOLI 3 Sud: tot. 746
ASL AVELLINO: tot. 232
ASL BENEVENTO: tot. 159
ASL CASERTA: tot. 678
ASL SALERNO: tot. 527
 
➡ Nostri iscritti residenti in altre Regioni: 58 (dati inviati agli Ordini di competenza)
➡ Iscritti ad altri Ordini ma residenti o domiciliati in Campania: 114
 
Totale complessivo: 4086
 
⭕ SITUAZIONE ASL
Ricordiamo a tutte/i che la convocazione dipende da più fattori: numero di vaccini in arrivo, richiamo vaccinale, campagne programmatiche del Ministero in corso.
 
E’ importante tener conto di tali fattori: spesso infatti i ritardi nella consegna delle dosi vaccinali, di cui leggiamo quotidianamente sui media, costringono le ASL a rivedere completamente la programmazione.
A questo si aggiungono le campagne programmatiche previste dal Ministero che finiscono inevitabilmente per accavallarsi agli altri piani vaccinali in corso.
 
Un altro punto su cui provare a fare chiarezza è quello relativo alla tipologia di vaccino utilizzato.
Da quanto ci risulta l’orientamento iniziale nei confronti di noi operatori sanitari era quello di utilizzare Pfizer Biontech che, lo ricordiamo, è stato il primo vaccino giunto in Italia ed anche per questo il primo ad essere utilizzato.
 
Le ASL che hanno convocato le nostre iscritte ed i nostri iscritti durante il mese di febbraio hanno utilizzato prevalentemente questa tipologia di vaccino.
 
Altre invece, avendolo terminato, hanno scelto di somministrare AstraZeneca, cosa che sta avvenendo anche in molte altre regioni d’Italia.
Anche la tipologia di vaccino somministrato tiene dunque conto dell’effettiva disponibilità presso le singole aziende, dei piani organizzativi delle stesse e della divisione per fasce d’età.
 
ℹ ASL Napoli 1 Centro.
Durante queste settimane sono proseguiti serratamente i nostri contatti con il Direttore Generale, con il Direttore U.O.C. Programmazione e Pianificazione Aziendale e negli ultimi giorni anche con i referenti dei sistemi informatici per l’inserimento dei nostri nominativi in piattaforma.
 
Abbiamo fatto presente il malcontento dei nostri iscritti che si ritrovano oggi a non ricevere la priorità garantita per il tramite dell’Unità di Crisi della Regione Campania.
 
Come già anticipato la linea prevista dalla ASL era quella di somministrare Pfizer Biontech ai nostri iscritti, motivo per il quale AstraZenca sembra essere stato riservato e già programmato per le altre categorie rientranti invece nel piano programmatico del Ministero.
 
Visto il tempo trascorso abbiamo sollecitato nuovamente la ASL a trovare una strategia diversa in quanto quella attuale di fatto ci tiene fermi da oltre un mese (noi come Ordine abbiamo inviato i dati già da tempo, nello specifico: 8, 15, 23 febbraio e 1 marzo 2021).
 
Dopo numerosi solleciti lo scorso venerdì pomeriggio la ASL ci ha richiesto di inviare nuovamente i nominativi in un unico file aggiungendo anche il campo “età” precedentemente non richiesto.
Nonostante la chiusura dei nostri uffici abbiamo attivato il personale ed i consulenti informatici ed il sabato mattina abbiamo inviato ai sistemi informatici della ASL Napoli 1 Centro quanto richiesto.
 
Ci confermano che siamo in programmazione.
Abbiamo chiesto date e riferimenti più precisi che vi comunicheremo non appena ne avremo notizia.
Continueremo a sollecitare e scrivere anche all’Unità di Crisi della Regione Campania.
 
ℹASL CASERTA ed altre ASL
Ieri ho sentito nuovamente, dopo confronto con il Direttore Generale, anche il Dirigente Controllo di Gestione ASL Caserta il quale mi ha comunicato che, dopo aver tempestivamente convocato i nostri iscritti, hanno poi ricevuto forti cali nelle forniture vaccinali.
 
Anche da Caserta ci è stato richiesto di inviare un unico file con tutti i nominativi in modo da poter procedere ad incrociare i dati e capire chi ad oggi risulta vaccinato.
 
Per questo motivo abbiamo deciso, come riportato ad inizio di questo comunicato, di chiudere i form e di inviare un unico elenco completo a tutte le ASL.
Saranno le singole aziende a procedere se necessario al controllo incrociato, come Ordine infatti non abbiamo accesso a tali informazioni.
 
ℹ Di seguito le risposte ad alcune domande frequenti (AGGIORNATE)
⭕ Quando verremo convocate/i?
Dipende dalle singole ASL. I fattori da tenere in considerazione sono: numero di vaccini in arrivo, seconda vaccinazione da garantire ai vaccinati, campagne in corso (es. over 80, personale scolastico ecc).
 
⭕ Da chi verremo contattati?
Direttamente dalle ASL di competenza.
 
⭕ Come verremo contattati?
Solitamente tramite SMS, TELEFONATA o MAIL (controllate costantemente la cartella SPAM).
 
⭕ Che preavviso avremo?
In alcuni casi sarà breve. Diverse ASL stanno convocando la sera per la mattina oppure nell'arco della stessa giornata con solo alcune ore di preavviso.
 
Questo dipende dalla loro organizzazione interna e da molti fattori, come ad esempio il fatto che un flacone di vaccino equivale a 6 dosi e si fa dunque il possibile per non sprecarle.
 
Per questo motivo vi preghiamo di tenere conto di questa eventualità.
 
⭕ Dove verremo convocate/i?
Dipende dalle singole ASL. Noi abbiamo fornito tutti i dati necessari, compreso il CAP di residenza o domicilio.
Sono le ASL a scegliere dove convocarvi in base alle proprie disponibilità (ad esempio ci dicono che su Salerno indirizzano anche a presidi posti ad una certa distanza, stessa cosa per i residenti sulle isole come ad es. Ischia).
 
⭕ Mi hanno convocata/o ma non ho fatto in tempo a rispondere oppure non sono riuscita/o a recarmi nel giorno e nell'orario stabilito, cosa fare?
In quel caso ci comunicano che le ASL procedono a convocare le successive persone presenti in lista (inutile dunque recarsi il giorno successivo perché il nominativo non risulterebbero confermato).
 
In questo caso il nominativo non viene cancellato ma saranno le ASL a scegliere quando ricontattare chi di voi non si è presentato o non ha risposto alla chiamata.
Molte/i di voi hanno risolto chiamando direttamente la ASL di competenza e facendo presente l'accaduto (è successo a Caserta, ma anche alla Napoli 2 e 3).
 
⭕ Quale vaccino verrà somministrato?
Quello di cui dispongono le singole ASL territoriali. La tipologia verrà dunque scelta sulla base dell’effettiva disponibilità e tenendo conto della fascia d’età dei singoli iscritti.
 
Come OPC continueremo a portare avanti il nostro dialogo istituzionale affinché tutte e tutti possiate ricevere la vostra dose vaccinale.
Armando Cozzuto
Presidente
 
 
 


1 Mi Piace 0 Non mi piace
 
Ordine degli Psicologi della Campania
piazzetta Matilde Serao 7
80132 Napoli
telefono 081 411617
codice fiscale: 06697140637


- Policy Privacy

- Informativa Trattamento dei dati Personali

- Gestisci il consenso ai Cookies
Amministrazione Trasparente